My dreamy kitchen I: La guida targata DK, per una lista nozze perfetta

La fase della lista nozze mette un po’ ansia a tutti, per questo abbiamo creato una serie di appuntamenti per guidarvi nella scelta di oggetti, stili e abbinamenti in cucina che più rappresentano la vostra coppia.

Per le coppie che hanno pronunciato il fatidico “sì” e che adesso non sanno proprio da dove cominciare con i preparativi del matrimonio, vogliamo dare il nostro contributo almeno per quanto riguarda il nostro mondo: la cucina e la zona pranzo.

Da oggi cominceranno gli incontri che dischiuderanno i segreti per una lista nozze dedicata alla cucina libera da fronzoli e che includa i vostri oggetti preferiti e quelli che davvero non possono mancare, tutti pensati e tematizzati in base allo stile della cucina e della coppia.

  • COSA È E PERCHÉ SI FA:

La lista nozze è, in poche parole un elenco di oggetti di diversa utilità e natura che una coppia redige in vista delle nozze.

Ma perché si fa?

La tradizione di offrire regali alla coppia in occasione del loro matrimonio risale persino al Medioevo anche se la pratica contemporanea è stata diffusa negli anni ’70 dagli Stati Uniti.

Le motivazioni che hanno portato e portano alla diffusione e normalizzazione di stilare una lista nozze sono da ricondurre alle specifiche esigenze della coppia e alla crescente personalizzazione delle pratiche di consumo:

  • In primo luogo, una lista nozze permette di non ricevere regali doppi
  • per esempio, le coppie che già convivono hanno desideri e necessità diverse rispetto a una coppia che deve arredare casa
  • dalla parte degli invitati invece è un doppio sollievo: da una parte non ci si deve scervellare troppo per trovare un regalo adatto e dall’altra si farebbe un dono sicuri che sia altamente apprezzato
  • La coppia ha la possibilità di personalizzazione al 100%

Cosa dice il galateo?

Il galateo si posiziona, anche se sempre meno, a sfavore della lista nozze perché non è previsto che gli sposi indichino che tipo di regali preferiscono invece di lasciar fare agli invitati.

Ma si sa, nella contemporaneità molte pratiche vengono sostituite da altre o rivoluzionate ed è così che il bon ton si è adeguato e ha creato un paio di regole da seguire:

  • per la coppia non convivente: inserire oggetti per l’arredamento della nuova casa
  • per la coppia già convivente: la scelta si fa più varia, in base alle esigenze
  • In generale è bene inserire regali di diverse fasce di prezzo e, in caso di regalo immateriale, di sporzionarlo nei vari elementi che lo compongono anche per adeguarlo alla capacità economica degli invitati

ECCO I PROSSIMI APPUNTAMENTI: