Lavatrice in cucina? Ecco come integrarla al meglio

Esistono due scuole di pensiero al riguardo: chi ha sempre avuto la lavatrice in cucina e chi deve cambiare idea per questioni di spazio. In entrambi i casi ecco tante idee per camuffarla o enfatizzarla.

Le motivazioni che possono spingere a scegliere di posizionare la lavatrice in cucina possono essere disparate, quelle più frequenti sono legate alle esigenze di spazio che nascono in appartamenti sempre più piccoli.

Molti sono contrari a questo tipo di scelta perché sostengono che panni e odori di cucina, così come odori di panni sporchi e cibo non dovrebbero coesistere. Noi siamo totalmente d’accordo su questo, ma sicuramente ci sono soluzioni alla portata di tutti che farebbero di questa convivenza elettrodomestica un punto di forza nella gestione degli spazi in casa.

  • OGNI COSA HA IL SUO POSTO E OGNI AZIONE HA IL SUO ORARIO

In linea di massima, basterebbe gestire al meglio gli orari dei pasti e delle lavate in modo che i panni vengano estratti dalla lavatrice prima di iniziare a cucinare o, ancora meglio e sicuramente con un approccio più ecologico, sfruttare le ore notturne.
Riguardo ai panni sporchi, nulla vieta di continuare a tenere il cesto in bagno o nella cabina armadio, in questo modo si faciliterà l’accumulo, come di norma, e si farà giusto qualche passo in più per trasportare i panni in cucina.

  • CAMUFFARE LA LAVATRICE

Il modo migliore di inserire la lavatrice in cucina in maniera discreta è di sceglierne una dalla profondità ridotta e sfruttare una delle unità contenitive. In questo caso si tratta della parte inferiore di dispense o di credenze (furbamente infatti queste unità permettono di continuare ad utilizzare la lavatrice dalla profondità standard di 55/56 cm)
Per facilitare la mobilità sarebbe ottimo utilizzare delle ante a soffietto. La lavatrice potrà in questo modo starsene lì senza influire minimamente sulla resa estetica della cucina.

 

Mentre un altro spazio da poter sfruttare è la penisola o l’isola, fantastica l’idea della lavatrice a carica dall’alto e il suo camuffamento sotto un bancone mobile.

  • LAVATRICE FREE-STANDING

Un’altra opzione, se non si può o non si vuole “sacrificare” un’unità contenitiva, è quella di lasciare a vista la lavatrice. I nuovi modelli per altro sono stati studiati appositamente per avere un design accattivante e soprattutto, il colore classico bianco, è adattabile a tantissimi colori e finiture.

Ecco un esempio di come il tridente lavello-lavatrice-lavastoviglie possa comporsi armonicamente sia a livello pratico che estetico. Non serve una cucina enorme nè tantomeno pensare di complicarsi la vita scegliendo di posizionare la lavastoviglie in cucina, le soluzioni sono tantissime, basta sceglierne una!

 

photo via: pinterest