Un accessorio che non può passare inosservato in cucina: il lampadario

Illumina le nostre ricette, sia mentre le prepariamo che mentre le gustiamo insieme alle persone a cui vogliamo bene. Il lampadario è un accessorio su cui potremmo raccontare tanto, cominciamo con queste gallery.

  • STRUTTURE CONTEMPORANEE

In queste due gallery il lampadario in sé ha la sola funzione di struttura. La vera protagonista è, in questo caso, la lampadina che riproduce fedelmente le vecchie lampadine a incandescenza nonostante siano a basso consumo.
I filamenti interni creano dei bellissimi effetti di luce, ma al contrario delle loro antenate, non sono fatti in tungsteno ma di fasci di LED per assicurare un consumo davvero irrisorio ma una estetica estremamente accattivante.

Tra i lampadari che valorizzano al meglio questo tipo di lampadine, abbiamo scelto dei modelli che si presentano come delle maglie geometriche che ricordano tanto le geometrie scandinave degli himmeli, delle decorazioni natalizie scandinave.

 

Un altro esempio invece lo ritroviamo nei lampadari dai paralumi che ne riprendono le tipiche forme ma che non nascondono le lampadine grazie alla loro struttura in vetro.

  • FORME MODERNE

Mantenendoci sul vetro, un materiale dall’eleganza senza tempo, soprattutto quando incontra la forma perfetta della sfera. Che sia trasparente o colorato, tanti pendenti a sfera conferiscono all’ambiente un’atmosfera retrò.

  • INDUSTRIAL ATTORCIGLIATO

Per chi invece è in cerca di uno stile più free, libero da convenzioni e soprattutto dal carattere industrial; non c’è nulla di meglio che eliminare il paralume e servirsi unicamente di lampadine e filo. Divertitevi a scegliere il colore del filo elettrico e la temperatura della luce, attorcigliate poi più lampadine attorno a un’asse in legno antico o a un tubo che attraversa in lunghezza la cucina. L’effetto sarà estremamente accattivante!

 

image via: pinterest