Batteri in cucina: luoghi che (probabilmente) ignoravi

La lotta contro i batteri in cucina è di fondamentale importanza per la difesa del nostro corpo da infezioni e malesseri. Ma ci sono dei luoghi che spesso vengono ignorati e che rappresentano davvero un ricettacolo di batteri dei quali è bene disfarsene!

Con questi mini-consigli per scovarli riuscirai a sanificare al meglio la tua cucina per te e la tua famiglia ?

  • GLI STROFINACCI E I GREMBIULI

Ebbene si, gli onnipresenti strofinacci sono il primo luogo in cui i batteri si annidano in quantità elevate. E questo perché essenzialmente ne utilizziamo pochi per diverse attività svolte davanti ai fornelli.
Il fatto è che mentre cuciniamo e siamo presi dalle tempistiche o dall’attenzione alla cottura non ci rendiamo conto che li tocchiamo continuamente. Stessa cosa vale per i grembiuli.

E quale sarebbe il problema?
Il problema non starebbe nell’utilizzo continuo degli strofinacci e dei grembiuli ma nel fatto che già il fatto di toccarli spesso li rende oggetti potenzialmente molto contaminati. Inoltre è matematicamente sicuro che continuiamo ad usarli anche prima di lavarci le mani o dopo averle lavate distrattamente, contaminando mani e tessuto continuamente.
La facile contaminazione da parte di batteri rendono dunque gli strofinacci dei veicoli per intossicazioni e malattie di origine alimentare.

Qual è la soluzione?
La semplice soluzione sta nel toccare gli strofinacci solo dopo aver lavato per bene le mani e sostituendoli a giorni alterni.
Nella scelta degli strofinacci vi consigliamo di prediligere il cotone perché può essere lavato senza tragiche conseguenze a 60°C e oltre (temperatura in cui tutti i germi vengono uccisi)

  • SPUGNETTE, PIANI DI LAVORO &co.

 

La superficie ruvida della spugnetta per lavare i piatti è purtroppo ottima per inglobare i residui di cibo, soprattutto quello grasso. I residui di cibo rappresentano il luogo ideale per far crescere una colonia di batteri che contaminerebbe a sua volta tutte le altre stoviglie.

Un’attenzione particolare va prestata alla pulizia dei taglieri che sono facilmente attaccabili a causa della loro superficie porosa. Quindi non limitatevi a pulirli distrattamente e con della semplice acqua!

La griglia antiscivolo sul fondo del lavello non riceve quasi mai le dovute cure igieniche. Infatti la struttura irregolare richiede molta più accuratezza rispetto a una superficie liscia.

Per carità non dimenticate le maniglie di … qualsiasi cosa!
Dal frigo, alle ante, alla porta della cucina, al frigo, al forno; tutte le maniglie sono continuamente manipolate con mani sporche di un po’ di tutto.
Necessitano dunque di essere disinfettate spesso. Vi consigliamo di passare un panno umido con del detergente disinfettante o del semplice aceto, atossico e ottimo anche per pulire l’interno del frigorifero.