Le dritte per la pulizia di molti “particolari” in cucina

Oltre alle solite pulizie in cucina, ci sono alcuni oggetti che richiedono un’attenzione maggiore. Noi abbiamo trovato il modo per far risplendere anche questi!

Dopo le pulizie di primavera in cui abbiamo sudato ben più di sette camicie, ci duole dirvi che, in effetti, è possibile che vi siate persi alcuni particolari che farebbero della vostra cucina una cucina pulita da cima a fondo.
Sono piccole accortezze che vedrete, faranno davvero la differenza. Vediamo un po’ di che si tratta:

 

  • PENTOLE DI RAME

Che siano della nonna o un nuovo acquisto dato l’attuale trend che vede la rinascita di questo materiale, bisogna prendersene cura soprattutto perché tende a ossidarsi facilmente.
Ma la soluzione è semplice, veloce e a portata di mano:
sfrega tutta la superficie della pentola con metà limone cosparso di sale e le padelle risplenderanno di luce propria!

 

  • GRIGLIA

Sai che il prodotto più efficace per pulire il grill è la cipolla? Quando ancora la griglia è calda, sfrega metà cipolla bianca con l’aiuto di un forchettone e la cipolla farà andar via i residui di carne.

 

  • BICCHIERI

A volte sia il calcare presente nell’acqua che i lavaggi in lavastoviglie possono lasciare una velatura fastidiosa sulla superficie dei bicchieri.
Ma la soluzione a questo problema è semplicissima: imbevi un canovaccio di aceto di vino bianco e sfrega finché l’opacità non andrà via.
Non preoccuparti per l’odore, si dissolverà in pochi secondi.

 

  • FUGHE

Le fughe soprattutto del paraschizzi, sono spesso un particolare a cui non facciamo molto caso, ma una volta pulite, daranno nuova vita alla cucina.
Munitevi di acqua calda e bicarbonato di sodio in quantità tali da creare una crema da applicare lungo tutte le fughe.
Il secondo passo è spruzzare sulla superficie un mix di metà acqua calda e metà aceto di vino bianco, aspetta che si crei la schiuma e inizia a sfregare. Et voilà!

 

  • MOBILI IN LEGNO

Il trucco migliore per far rivivere le superfici in legno è quello di pulirle a fondo con dell’acqua e dell’olio nutriente ( come per esempio un olio al limone che, oltre a nutrire il legno, dona un profumo intenso). In questo modo il legno sarà deterso e nutrito a fondo, pronto per durare per anni!

 

  • ACCIAIO INOSSIDABILE

L’aspetto meraviglioso dell’acciaio è che è antibatterico, non si macchia e fa risplendere la cucina. L’unico problema è che si riempie facilmente di ditate. Per far sì che le superfici in acciaio inossidabile rimangano immuni il più possibile dalle impronte basta spruzzarvi sopra una soluzione fatta per un terzo di acqua, due gocce di sapone per piatti e due terzi di aceto di vino bianco. dopo aver pulito, asciuga con un panno in microfibra.

 

  • TAZZE E TAZZINE

Per chi ama follemente le pause the e caffé, ma che odia il fastidioso alone che queste bevande hanno il vizio di lasciare nelle nostre tazze e tazzine preferite:
bagna con dell’acqua calda la tazza e cospargine l’interno con del bicarbonato di sodio. Lascia agire 10 minuti e, con l’aiuto di un panno sfrega delicatamente l’interno della tazza fino a far svanire l’alone. Sciacqua e conserva il segreto 😉

 

  • LAVABO DI PORCELLANA

La porcellana, sia del lavandino in cucina che in bagno che di qualsiasi altro oggetto, con l’uso presenta spesso delle macchie fastidiose, date dalla durezza dell’acqua o da residui di detergente:
in questo caso il nostro alleato migliore è la candeggina o un detergente poco aggressivo in polvere che funga al meglio da scrub. Lascia riposare, sfrega e risciacqua.