Batteri in cucina: come liberarsene in maniera facile ed efficace!

Come detto qualche post fa, asciugamani e spugnette per lavare i piatti sono dei veri ricettacoli di batteri. Non molti sanno di questo piccolo pericolo nascosto in oggetti di uso quotidiano come questi, ma grazie alla nostra miniguida, disfarsi dei germi è facile!

  • SPUGNETTE

 

Il modo più efficace per eliminare i funghi e i batteri dalla spugna è riscaldarla in microonde o in lavastoviglie in un ciclo completo di asciugatura.

Per disinfettare la spugna in microonde, lavate la spugna con acqua pulita oppure immergetela in una ciotola con dell’acqua che la ricopra e lasciatela due minuti in microonde alla temperatura massima.

Oltre a questo semplice passaggio utile a disinfettarla del tutto, ci sono dei consigli da seguire giornalmente, che vi aiuteranno a diminuire al massimo la creazione di batteri:

  • Rimuovete i residui di grasso dai piatti con un tovagliolo e POI strofinarli con la spugna
  • Rimuovete i residui di cibo eventualmente rimasti e lavate attentamente la spugna dopo ogni lavaggio
  • Adottate un sistema a rotazione, con due spugne, in modo da utilizzare sempre una spugna pulita, mentre l’altra è a lavare
  • Dopo l’utilizzo, mettete ad asciugare la spugna, per evitare che l’umidità stimoli la proliferazione dei batteri
  • STROFINACCI E GREMBIULI

    Il problema degli strofinacci è che li usiamo un po’ per tutto, come abbiamo detto qui, e quando li usiamo le nostre mani non sono sempre perfettamente pulite.
    Come risolvere? Seguite questi semplici consigli:

  • Utilizza due tipi di canovacci: uno per le mani, mentre si cucina e uno per asciugare i piatti. In questo modo si eviteranno del tutto le contaminazioni
  • Lava sia strofinacci che grembiuli ogni 3/4 giorni a 90°C e assicurati che asciughino per bene (l’umidità è la miglior amica dei batteri)
  • Un trucco per mantenere l’assorbenza degli asciugamani nel tempo: sostituisci l’ammorbidente con dell’aceto!
  • Per quanto riguarda i panni per la cucina immergeteli in una soluzione di acqua e candeggina (due cucchiaini per ogni litro d’acqua) e lasciateli immersi giusto qualche minuto.
  • Infine un’ottima alleata nella lotta contro i batteri è la bacchetta a raggi ultravioletti. Con un semplice passaggio su oggetti di uso quotidiano, come taglieri, piani di lavoro, asciugamani assicura un 99,9% di libertà da germi e batteri.
    Non è ancora presente nel mercato italiano ma è possibile ordinarne una qui.