Rinnovare la cucina da sé non è poi così difficile

Voglia di cambiamenti in cucina ma il vostro budget non ve lo permette? E se vi dicessimo che potreste essere voi a realizzare la cucina dei vostri sogni?

Con il cambio delle stagioni arriva anche la voglia di cambiamenti, o forse lo ponderate da tempo ma non trovate mai il tempo e le forze per organizzare una ristrutturazione ad hoc della vostra cucina.

Quello che spesso sfugge ai nostri occhi però è che la soluzione è molto più semplice (e meno costosa) di quel che sembra.

A meno che non si tratti di intervenire strutturalmente infatti, basta organizzare un makeover casalingo che vi lascerà di stucco!
“Chi fa da sé fa per tre” ma chi fa da sé personalizza al massimo, aggiungiamo

Per convincervi che ciò che diciamo non è solo fantasia, vi presentiamo un intervento fatto dalla blogger di Dear Lillie che si è cimentata nel rinnovare da cima a fondo la sua cucina.

Visto che differenza?
Ma vediamo più da vicino quali interventi sono stati fatti

Sicuramente il primo elemento che salta all’occhio è il colore: scegliere la palette di colori giusta può davvero ribaltare l’estetica di una cucina.
Optare per i toni neutri del grigio chiarissimo e del bianco in contrasto con il legno scuro del pavimento e delle travi a vista è stata una mossa che ha esaltato ogni particolare e ha dato nuova vita a una cucina che era quasi claustrofobica.
Tutte le ante e persino la cappa sono state dunque ridipinte e il pensile sopra la nuova penisola è stato eliminato per far comunicare meglio la zona cucina con la zona pranzo.
Da uno stile cupo e ormai troppo antico, si è riusciti a ricavare uno stile moderno rustico.

Lo stile “farmhouse” è poi enfatizzato dalla scelta degli accessori, che come abbiamo sempre detto, danno carattere agli spazi che li ospitano e possono fare davvero la differenza.
Inizialmente si era scelta una piccola isola in legno bianco con il top in legno color miele, che però è stato poi sostituito in una svolta più moderna e meno rustica, con un carrello in acciaio che ospita piatti e oggetti da tenere a portata di mano quando si cucina.

I ripiani sono tenuti in ordine anche grazie all’utilizzo di accessori e elettrodomestici che seguono comunque le linee guida cromatiche. Bianco, grigio e acciaio si ripetono un po’ ovunque dalle ante con le relative maniglie ai particolari lampadari che illuminano la zona della penisola in stile vintage/industrial.

Tutto in questa cucina è pensato nei minimi particolari, tutto ciò è un esempio di come spesso non è necessario intervenire in maniera massiccia sui vostri spazi per poterli rinnovare. Basta un piano dettagliato e una visione precisa di come vorreste la vostra cucina, il resto verrà di conseguenza.

Con olio di gomito e pianificazione alla mano sarete i fautori della vostra cucina dei sogni!