6 modi per eliminare la produzione di rifiuti in cucina

Il sogno di una cucina a impatto zero è sempre più facile da raggiungere. Basta seguire questi semplici step e risolverete, in maniera definitiva, il problema dei rifiuti e dello spreco in cucina!

  1. RIMPIAZZA IL ROTOLO DI CARTA CON ASCIUGAMANI IN COTONE come abbiamo spesso detto nei nostri post dedicati all’ecologia, ribadiamo quanto sia importante ridurre l’utilizzo spropositato di carta. Per farlo basta semplicemente smettere di acquistare rotoloni di carta usa e getta e sostituirli con dei piccoli asciugamani come questi, da utilizzare esattamente come se fossero i soliti tovaglioli a strappo. Per facilitare il momento di transizione da un materiale all’altro consigliamo di continuare a usare quelli in carta per le operazioni più “sporche” come l’eliminazione di cibo dai piatti per esempio. Per tutto il resto, come l’asciugarsi le mani e asciugare le stoviglie usate i tovaglioli in tessuto e preoccupatevi di tenere una piccola cesta per accumulare quelle che userete, in questo modo le avrete sempre sott’occhio e sarà facile recuperarle per il lavaggio.
    Non lasciatevi impressionare dall’idea di dover aumentare esponenzialmente l’uso della lavatrice perché vi assicuriamo che basta un carico in più alla settima!
    Il numero di tovaglioli “usa e getta” raccomandato è di 10 a persona. (pensate  quanto sarà bello sbarazzarvi della spesa continua di rotoli e rotoloni di carta! Con un solo acquisto potrete usarli e riusarli per mesi se non per anni!)
    -consigli per un utilizzo semplice e veloce:
    ∴ pulite i fazzoletti con un normale ciclo di lavaggio a caldo
    ∴ non usate ammorbidente o perderete l’assorbenza iniziale
    ∴ se le stendete in orizzontale e già ripiegate, risparmierete tantissimo tempo non dovendole stirare e piegare!
  2. BASTA TOVAGLIOLI DI CARTA!

    Tutto quello che vi abbiamo detto per quanto riguarda l’abuso di carta in cucina, vale anche per l’utilizzo di carta a tavola.
    È un po’ come un ritorno sui nostri passi e dobbiamo ammettere che i nostri avi avevano ragione: l’utilizzo di tovaglioli in tessuto è la migliore scelta che si possa fare!
    Se non altro per dare un tocco green ma anche ricercato alla propria tavola, ogni giorno 🙂

  3. PREDILIGI LE SHOPPER AI SACCHETTI (CHE SONO ANCHE PIÚ COOL)

    Sapevi che ogni minuto vengono utilizzate circa 2 MILIONI di sacchetti di plastica?
    Noi abbiamo deciso di non voler far parte di questo scempio e per farlo è bastato sostituire l’utilizzo di sacchetti in plastica con utili, resistenti ed economiche shopper come queste per esempio!
    Per altro sono pure personalizzabili, per differenziarsi anche quando si va a fare la spesa!

  4. RICORDA LA NONNA E CONSERVA I CIBI IN CONTENITORI DI VETRO

    eh già, perchè il vetro è sicuramente meno tossico della plastica per l’ambiente ma anche per noi. In più vuoi mettere un triste contenitore in plastica con i bellissimi barattoli Quattro stagioni?
    Inizia con alcuni elementi base, e arricchisci la tua collezione!

  5. COMPRA CIBI SFUSI E ALL’INGROSSO

    Purtroppo c’è una cosa su cui non puoi avere il controllo diretto: il modo in cui i cibi vengono impacchettati.
    Le aziende preferiscono impacchettare i cibi in strati e strati di plastica, e vogliamo parlare dei cibi impacchettati singolarmente? Uno spreco inutile!

    Ma cosa si può fare?
    Acquistare prodotti, soprattutto quelli a lunga conservazione, sfusi è già un modo per eliminare quintali di plastica.
    Riso, legumi, frutta secca, semi acquistati sfusi o in grossi pacchi sono l’inizio di una rivoluzione! Approfittate dei negozi, sempre più diffusi che utilizzano questo tipo di vendita.

  6. RIUTILIZZA IL PACKAGING

    La bottiglia di vetro del latte è riutilizzabile! E per far fede al punto 4: anzichè comprare i barattoli, puoi sempre (anzi è anche meglio) riutilizzare quelli della marmellata o delle passate di pomodoro!
    Altri pack da riutilizzare possono essere anche piccole scatole di cartone con cui ci si può divertire con progetti fai da te e i barattoli di latta che si possono utilizzare come abbiamo consigliato in questo post!