IKEA ha trovato il modo di essere ancora più eco-friendly, i mobili si monteranno senza viti e attrezzi!

Ikea riesce ancora una volta a rivoluzionare il mondo del design d’interni. Questa volta c’è riuscita facendo sì che non avremo più bisogno di attrezzi e viti per montare i mobili. Ma come? Scopriamolo!

 

Basterà un clic e il mobile sarà montato.

Jesper Brodin

Momenti di giubilo per tutti coloro che hanno qualche problemuccio con le istruzioni di montaggio dei mobili Ikea!
Già perchè queste parole sono state pronunciate dal responsabile della nuova linea Ikea che prevede la produzione di mobili in legno che si monteranno come un puzzle.

Le notti insonni e la disperazione per i protagonisti del faidate sembrano essere giunte al termine. Il colosso dell’arredamento infatti ha deciso di dare una svolta all’assemblaggio dei pezzi che avverrà tramite incastro.

Le motivazioni che hanno spinto l’azienda a una tale rivoluzione sono sia pratiche e che etiche. Difatti sollevando noi dalla cimentazione in pratiche di montaggio a noi oscure, Ikea fa un enorme passo avanti in termini di ecosostenibilità:

Non saranno prodotte viti e non servirà l’acquisto di attrezzi per poter montare i mobili, riducendo drasticamente i costi produttivi e distributivi oltre che l’impatto ambientale ad essi legati.

 

La prima linea prodotta con queste speciali giunture a incastro è la Lisabö, ma Ikea conta di apportare questa innovazione all’intera produzione.
Se prima ci volevano 24 minuti per montare un tavolo, adesso ce ne vorranno solo 3 per incastrare tutti i pezzi!

 

Le persone si muovono velocemente adesso, ci sono più divorzi, quindi se una mattina vengo buttato fuori di casa, posso riassemblare il mio tavolo entro il pomeriggio. È veramente una miglioria a essere onesti, perché alcuni pezzi della nostra produzione tendono a rovinarsi se smontati e rimontati più volte.

Infatti le nuove giunture hanno raggiunto un elevato interesse e aggiunto qualità ai prodotti Ikea, perché non necessitano nemmeno di colla per cui possono essere riassemblati più volte senza perdere la loro integrità strutturale.