A Parigi una piccola cucina ha tanto da raccontarci

Mais bonjour! Oggi ci svegliamo a Parigi, dove le tendenze nascono e l’eleganza si mostra in tutte le sue forme. Come in questa piccola ma affascinante cucina.

Mentre il sole di agosto fa risplendere tutti i colori e la luce permea fino a tardi i nostri occhi, noi vi portiamo in una cucina dal colorito uniforme, calmo e senza tempo.

 

Ammettiamolo, questa cucina è di una bellezza unica, anche se è davvero piccola!
L’abbiamo inserita nella nostra lista delle cucine da sogno sia perché è un esempio di come le misure non contino, sia come esempio di eleganza e rigore che sopravvive a ogni tendenza passeggera.

Grigio è la parola chiave, insieme al bianco e al nero. Ogni colore, per quanto neutro, è proporzionato per non sopraffare l’altro, anzi, per esaltarlo. Da notare come le ante grigie si abbinano alle pareti bianco puro e come piccoli punti di nero saltino all’occhio con pacatezza.

Ogni centimetro è pensato per essere il più funzionale possibile, tutto è ben nascosto dall’occhio salvo pochissimi elementi che concorrono alla bellezza dell’appartamento.
I colori quasi piatti vengono esaltati grazie all’utilizzo di diverse piante poste in angoli chiave dell’ambiente, per non parlare di come tutto riesce a trovare un equilibrio insieme a tanti elementi color ottone che conferiscono ancora più eleganza e ricercatezza.

Questa cucina è grande a sufficienza per ospitare tutto il necessario per preparare deliziosi pasti in compagnia di chi si ama.
Il tutto servito sul bellissimo tavolo Tulip di Eero Saarinen mentre si è comodamente seduti a una tipica sedia da bistrot.