Utensili da cucina: un nuovo punto di vista

Un viaggio nel mondo degli utensili da cucina e il loro uso “alternativo”.

dearkitche_kitchen_ideas_forchette

Qual è il vostro angolo creativo della casa? Quello dove vi saltano in mente idee pazze e insensate che poi però, una volta realizzate, funzionano davvero? Noi siamo di parte, altrimenti non avremmo di certo aperto questo blog 😉 e come già avete ben immaginato per noi la cucina è il nostro harem dedicato alle creazioni e bizzarrie. Sarà per i tanti utensili e oggetti che la popolano forse.

 

 

Alcuni di questi possono benissimo rientrare all’interno della categoria “i cocchi della cucina” 🙂 : Conosco persone che darebbero la vita per la loro padella antiaderente preferita. Io ad esempio sono completamente devota al pela patate. Voi riderete sì, ma per me, chi lo ha inventato si merita il premio nobel per l’ingegneria che ha cambiato la mia comodità in cucina.

Se ci pensate bene poi, spesso molti di questi utensili da cucina li dimentichiamo in uno spazio lontano e remoto del nostro oblio. Fluttuano là senza un senso preciso o una meta e si materializzano davanti a noi solo quando abbiamo la necessità di utilizzarli. Alle volte però succede qualcosa di strano, succede che una piccola idea decide di farsi strada da sola nel mezzo di quell’oblio così ricco e contorto di pensieri fino a quando: Eureka! una lampadina si accende, e si iniziano a vedere forchette che si trasformano in appendi abiti, sbattitori che diventano porta candele e così via.
Queste lampadine che di tanto in tanto si accedono altro non sono che associazioni mentali, derivate da quello che gli psicologi chiamano pensiero laterale: un modo alternativo di risolvere i problemi a partire da più punti di vista. Per intenderci, o almeno in questo caso, andare oltre al normale uso e consumo che se ne fa di una determinata cosa.

A tal proposito girando per il web abbiamo trovato cose che voi umani non potete nemmeno immaginare, tanto per omaggiare il film fantascientifico Blade Runner (mi si è acceso il pensiero laterale scusate).

Insomma, tornando a noi, abbiamo trovato chi ha messo in pratica le bizzarrie di cui parlavamo all’inizio in maniera strepitosa. Guardate queste foto che abbiamo selezionato per voi.
Me le riguardo anche io, chissà magari un giorno riuscirò a ringraziare il mio pelapatate con un’opera creativa degna di lui. E se a voi vengono in mente suggerimenti di utilizzo alternativo degli utensili da cucina scrivetemeli, non potrei che esserne felice.