Dettagli in cucina: anche il tappeto vuole la sua parte

Anche il tappeto vuole il suo posto di riguardo in cucina e anche la scelta può ricadere su diverse combinazioni. Vediamo insieme quali.

Sembrerebbe azzardato, ma un tappeto in cucina svolge diverse funzioni che vanno dalla protezione del pavimento  alla funzione antiscivolo. Ma noi che siamo sempre attenti a ogni dettaglio della cucina, pensiamo che sia importante anche la sua funzione estetica.
Un tappeto infatti può smorzare i toni troppo accesi di una cucina o, al contrario, fungere da colpo d’occhio in una cucina più neutra.

Per voi abbiamo pensato a una semplice suddivisione sperando che possa guidarvi nella scelta più affine ai vostri gusti.

 

  • UN TOCCO ANTICO

Non bisogna avere paura i tirar fuori il tappeto della nonna! Guardate che atmosfera calda si respira in queste cucine, perfetto per chi ha un po’ di nostalgia del passato e per chi invece ama i mix di stili.
E la sala da pranzo? Anche qui il tappeto persiano riesce a portare colore in una stanza bianca.

 

 

  • COLORI NEUTRI E FIBRE NATURALI

Quando il pavimento è scuro o si ha una passione per i colori tenui e neutri, la scelta migliore cadrà sicuramente su un tappeto dai colori chiari. Se invece la passione si sposta sui tessili grezzi e naturali, sarà meglio optare per un tappeto intrecciato a mano: resistente e di grande effetto.

In questo modo si donerà un look più artigianale e bucolico alla cucina.

 

 

  • GEOMETRIE IN CONTRASTO

Lo stile scandinavo ci ha insegnato a inserire trame geometriche contrapposte a tinte piatte e chiare. Da qui un contrasto che dal tappeto può spostarsi sui canovacci e, ancora una coordinazione cromatica che enfatizza gli altri colori.