COME ORGANIZZARE IL FRIGORIFERO E I CIBI PIÙ FRESCHI, PIÙ A LUNGO

Contro l’idea che molti hanno, il frigorifero non è un semplice “armadio” per alimenti.

Esistono precise regole per aumentarne l’efficienza in termini di risparmio energetico e di conservazione dei cibi:
vediamo come…

Per prima cosa dobbiamo imparare che il frigorifero non solo ha scompartimenti per diversi utilizzi, ma anche zone con differenti temperature.
Questo significa che se disponi il cibo nel posto sbagliato, non stai sfruttando al massimo i prodigi della tecnologia di refrigerazione 🙂 .

Tutto ciò potrebbe trasformarsi in un’ipotetica vita orribile in cui si butterebbe tanto cibo, tanti soldi e non si avrebbe più tanta voglia di cucinare a casa. Cosa vuoi cucinare con una lattuga liquefatta? bleah

Tornando a noi, ecco le fatidiche regole per sfruttare al massimo le potenzialità del tuo frigorifero:

organizzare_spazi_frigorifero

  • Temperature:
    I cibi hanno bisogno di essere conservati a basse temperature per prevenire la formazione di batteri e microbi che, tra le altre cose, accelerano il deterioramento e aumentano le possibilità di malessere.
    La temperatura del frigorifero dovrebbe essere tenuta a 4 °C mentre il congelatore a -17 °C. Ma anche quando raggiungono la temperatura ideale, essa può variare nelle diverse zone del frigo, a seconda della vicinanza agli elementi congelanti.

IMPARA L’ARTE DELLA REFRIGERAZIONE E I TUOI CIBI DURERANNO PIù A LUNGO

  • FREEZER:
    In freezer vanno un sacco di alimenti (dall’ovvio ghiaccio fino al pane).
    Il trucco col freezer è quello di impacchettare per bene il cibo nel suo apposito contenitore e lasciare tutto ben organizzato, sia per ottimizzare gli spazi ma anche per risparmiare energia.
    Anziché usare barattoli di vetro, che potrebbero rompersi, usa contenitori di plastica o sacchetti di plastica appiattendoli il più possibile.

 

  • SPORTELLI:
    Gli sportelli sono la parte più calda del frigorifero e dovrebbe essere dedicata ai cibi più resistenti alla deperibilità.
    Negli sportelli vanno condimenti, succhi e altri cibi che possono sopportare temperature altalenanti.
    Dato che gli sportelli del frigorifero diventano troppo caldi, soprattutto se aperti spesso, le uova e i latticini non devono essere conservati in questi spazi (sebbene molti frigoriferi siano provvisti di portauova proprio in alto)
  • RIPIANI ALTI:
    Le mensole in alto del frigorifero mantengono una temperatura costante.
    Un’ottima strategia da copiare alle cucine dei ristoranti:
    tenere nella parte alta i cibi che non devono essere cucinati.
    Per esempio le bevande, cibi pronti per essere mangiati come pesto, hummus, piadine, formaggi o avanzi del giorno prima.

 

  • RIPIANI MEDI E BASSI:
    Le mensole più in basso sono le più adatte per conservare la carne cruda, le uova, pesce e altri latticini che richiedono la conservazione a temperature più basse.
    Per prevenire la formazione di batteri:
    – assegna una parte dedicata solo alla carne
    – lascia la carne nel suo incarto originale
    – o poggiala su un piatto
    – o in un contenitore a parte da pulire regolarmente

 

  • in generale:non affollare troppo i ripiani.

A differenza del freezer, il frigonon deve essere troppo colmo.
L’aria ha bisogno raggiungere tutti gli spazi altrimenti si avranno temperature differenti e non costanti.
Lasciando un po’ di spazio tra i tuoi avanzi risparmierai dunque nella bolletta dell’energia!

 

  • CASSETTONI IN BASSO:
    Lo scopo dei cassettoni è quello di mantenere i livelli di umidità adatti alla conservazione di frutta e ortaggi.

Ma non commettere l’errore di ammassare e soprattutto mischiare tutto a caso!

Molti frutti, come mele, pesche, prugne, pere e cantalupi (meloni retati), producono etilene: una sostanza chimica che li fa maturare.
Qual è il problema?
L’etilene velocizzerebbe la maturazione di altri prodotti vegetali accelerandone anche il deperimento. Per questo motivo è bene tenere frutta e ortaggi in contenitori divisi.

  • E SOPRA IL FRIGO??
    Lo sappiamo che stai usando la parte alta del frigo come un normale ripiano dove stipare pane e vino. Vero?
    Bene Puoi smettere pure 🙂
    Infatti, anche se la tua cucina è piccolina e scevra di ripiani,
    ricorda che per mantenere fredda la temperatura interna, il frigo butta fuori aria calda.

Proprio quell’aria calda si eleva e raggiunge ciò che è il alto nel frigo.
Risultato: il vino diventa aceto, il pane si deperisce in men che non si dica.

Come sfruttare questo spazio allora?
Utilizzalo per tenerci piccoli strumenti per cucinare, per tenerci i rotoli di scottex o come mensola per i libri di cucina.

 

Via Greatist