PARIGI: La cucina in una serra

Un loft in Rue Voltaire a Parigi è tutto ciò di cui hanno bisogno i vostri occhi per rilassarsi.

L’architetto di interni Grégoire De Lafforest ha lavorato per grandissime agenzie di design, e si è occupato anche dell’allestimento di questo straordinario loft a Parigi, in cui ogni angolo riserva una particolarità.

Il posto più magico? La cucina ovviamente

L’intero appartamento è immerso in una luce naturale grazie alle enormi vetrate a tetto e tutto risplende grazie alle altissime pareti e alle travi a vista bianche, nulla distoglie lo sguardo guardando in alto, tutto quello che cattura la nostra curiosità è ad altezza d’uomo.

De Lafforest ha scelto una palette colori molto audace che accosta tra loro i toni neutri e pacati del legno chiaro, del grigio, nero e bianco con un frizzante giallo limone.

  • LA CUCINA:
Foto via gregoiredelafforest.com

Il nostro focus è puntato sulla cucina che in questo meraviglioso appartamento è racchiusa in una casetta in vetro e ferro che ricorda molto i giardini d’inverno dell’art nouveau. L’ordine è reso possibile da una seconda casa in legno dedicata alle dispense e agli elettrodomestici, mentre esternamente, nella casa-serra tutto è nascosto da grandi elementi da terra ben organizzati per accogliere stoviglie e corredo in spaziosi cassetti e ripiani.

Dalla cucina al suo esterno lo sguardo si muove libero e in continuità grazie all’assenza di pensili e le pareti di vetro che rendono la zona giorno ancora più spaziosa e leggera.

  • LA SALA DA PRANZO:
Foto via gregoiredelafforest.com

In questo speciale loft dall’atmosfera raffinata troviamo un pino.
Si un pino!(Si dice sia stato fatto seccare e in seguito gli siano stati applicati gli aghi)

L’amore per gli elementi e i materiali naturali hanno convinto Delafforest a inserire l’albero visibile anche nella zona pranzo.

Anche qui i toni del legno incontrano quelli del piano grigio e il giallo delle decorazioni in equilibrio visivo che rasenta la perfezione.

Anche oggi, il nostro viaggio ci ha portati a visitare una cucina degna di nota. A noi ha fatto davvero impazzire e a voi?