Londra: la cucina delle meraviglie in un nuovo approccio al design

Oggi ci teletrasportiamo in una cucina delle meraviglie a Notting Hill, Londra. Arredata con un rigore regale, è una cucina-non cucina. Scopriamola!

 

 

Il designer James Blake dello studio Blakes London ha recentemente realizzato una cucina delle meraviglie a Notting Hill per una famiglia di tre persone.

Si tratta di una cucina senza tempo ma che allo stesso tempo guarda al futuro. Lo spazio è trattato come una non-cucina: con una linearissima isola che si presenta più come una scultura che come un’area in cui si prepara il cibo e le infinite dispense concepite per nascondere ogni segno che possa rivelare le funzioni della stanza.

L’approccio di Blake asseconda dunque un trend, che si fa sempre più spazio nella progettazione dell’ambiente cucina, secondo il quale tutti i segni che potrebbero svelare le funzioni della cucina devono essere celati.

Questo per un’esperienza olistica di estetiche, spazio e funzioni.

Create con la cura che solitamente si riserva a mobili più “formali”, le dispense e i mobili base dell’area operativa sono state progettati seguendo le linee guida dello stile vittoriano della casa, mentre per il loro interno è stato disegnato per risplendere nel forte contrasto con il legno di noce, usato anche per i cassetti.

Un miscelatore in bronzo e un lampadario d’ispirazione modernista, alimentano la visione olistica di Blake, creando una elegante conversazione tra l’area operativa della cucina e la zona pranzo.