Da un appartamento degli anni ’60, una cucina contemporanea unica

L’appartamento di metà secolo della designer Harmony Weihs accoglie una scintillante cucina contemporanea ricca di particolari interessanti. Scopriamola insieme!

Il bello della cucina di questa settimana è che, sebbene si tratti di una cucina contemporanea, riesce a far trasparire l’estetica propria degli anni in cui è stato costruito l’appartamento che l’accoglie: gli anni ’60.

Lo spazio è stato totalmente riprogettato con il proposito di creare questa volta una separazione tra luogo di preparazione dei cibi e luogo di convivialità.

La parola d’ordine è “apertura“, la cucina è infatti inondata di luce naturale grazie alle grandi aperture, all’uso del bianco e alle scelte della pavimentazione.
L’uso di colori scuri invece per le ante dei mobili creano un forte contrasto con il bianco tutto intorno, perfino dei pannelli che ricoprono l’altissimo soffitto a capanna.

L’apparente monotonia del quasi-total-white è movimentata e resa interessante grazie alle diverse texture, forme e materiali come il paraschizzi fatto di piastrelle lucide fissate a lisca di pesce, le linee dritte del soffitto in legno, le venature del marmo dei ripiani e le particolari lavorazioni del legno delle ante dei pensili.

L’utilizzo infatti di un colore scuro per la parte inferiore della cucina e del bianco per la parte superiore, rende la cucina infinitamente spaziosa e ariosa.
Mentre una parete in mattoni di pietra scura trasforma le aperture bianche in delle cornici sul verde esterno.

Grazie all’utilizzo di mensole sospese l’estetica è più leggera. Come sempre, non fatevi spaventare da questa scelta, basta riporvi pochi elementi che magari si utilizzano spesso e seguire queste poche regole per una cucina in perfetto ordine!
L’idea è ottima soprattutto se le mensole sono alternate a pensili ed enormi dispense chiuse perfettamente predisposte per potervi riporre tutto quello che vi viene in mente. Unità rigorosamente in bianco per potersi mimetizzare con le pareti e il soffitto e non apparire troppo “invadenti”.

 

Infine non è passato assolutamente inosservato il tocco di rosso che rende la cucina ancora più particolare:

La porta in stile olandese e le manopole del piano cottura, insieme agli elettrodomestici in scintillante acciaio inox sono i veri tocchi unici.

Per non parlare della bellissima idea di dipingere un’intera parete con una pittura effetto lavagna, perfetta per scrivere una citazione al giorno, la lista della spesa  o tener occupati i bambini nell’attesa di sedervi a cena!

 

Foto Cory Holland
Articolo originale